Accedi

Le azioni formative nel triennio - A.S. 2018/2019

III ANNUALITA' - ANNO SCOLASTICO 2018/2019

Breve descrizione dell’azione

La presenza di classi sempre più eterogenee amplifica, per i docenti, la sfida di valorizzare la diversità, quale valore irrinunciabile, interpretando l’inclusione come modalità “quotidiana” di gestione delle classi.  Affinché sia possibile ripensare la progettazione curricolare come flessibile e aperta a differenti abilità, in modo da assicurare ad ogni studente una propria forma di eccellenza cognitiva, è necessario fornire ai docenti strumenti metodologici che consentano di differenziare l’azione didattica adeguandola ai bisogni degli allievi.

 

Competenza attesa

Usare la diversità negli approcci e negli stili di insegnamento come risorsa didattica e saper utilizzare una serie di metodi didattici, di approcci pedagogici e di strategie, che promuovano atteggiamenti inclusivi, favorendo un apprendimento disciplinare, pratico, sociale ed emotivo.

Modalità organizzative

 

Formazione in presenza e attività laboratoriale

12h

Sperimentazione didattica documentata e ricerca/azione

6 h

Approfondimento personale e/o collegiale anche on line

5 h

Documentazione, restituzione/rendicontazione con ricaduta nell’Istituto di appartenenza

2 h

Destinatari

Docenti di ogni ordine e grado

 

 

Breve descrizione dell’azione

I disturbi specifici di apprendimento costituiscono la tipologia di difficoltà maggiormente diffusa in età evolutiva che compromette il normale processo di apprendimento scolastico dell’allievo mettendo a rischio il raggiungimento del successo formativo. E’ quindi necessario migliorare la formazione dei docenti ampliando le conoscenze delle diverse tipologie di disturbo in modo da facilitarne la diagnosi precoce e l’utilizzo di  strumenti metodologici che siano calibrati sull’allievo e che consentano di ridurre le conseguenze del disturbo sugli apprendimenti.

Competenza attesa

Sviluppare e applicare metodologie di intervento e conoscenze teorico-pratiche sulle misure compensative e dispensative da attuare, favorendo il riconoscimento e la valorizzazione delle abilità e competenze degli alunni con DSA.

 

Modalità organizzative

 

Formazione in presenza e attività laboratoriale

12h

Sperimentazione didattica documentata e ricerca/azione

6 h

Approfondimento personale e/o collegiale anche on line

5 h

Documentazione, restituzione/rendicontazione con ricaduta nell’Istituto di appartenenza

2 h

 

Destinatari

Docenti di ogni ordine e grado

 

 

Breve descrizione dell’azione

La Legge n. 107/2015 potenzia e valorizza l’ASL quale metodologia didattica innestata all’interno del curricolo scolastico  e componente strutturale della formazione “al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti”. In conseguenza anche dell’obbligatorietà dei percorsi si rende necessaria una formazione dei docenti che fornisca elementi per la progettazione e la realizzazione di percorsi innovativi, che valorizzino le vocazioni personali e gli interessi dei discenti collegandole allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

 

Competenza attesa:

Sviluppare percorsi di alternanza innovativi, qualitativamente rilevanti e completi nelle diverse fasi di processo

Modalità organizzative

 

Formazione in presenza e attività laboratoriale

12h

Sperimentazione didattica documentata e ricerca/azione

6 h

Approfondimento personale e/o collegiale anche on line

5 h

Documentazione, restituzione/rendicontazione con ricaduta nell’Istituto di appartenenza

2 h

 

 

Destinatari

Docenti scuola secondaria di II grado

 

 

Breve descrizione dell’azione

La formazione dei docenti è un elemento fondamentale per lo sviluppo di una cultura della valutazione e diviene una leva indispensabile per l’orientamento delle scelte della scuola e per la promozione della qualità organizzativa e professio­nale.  Si rende, quindi, necessario promuovere la partecipazione attiva di tutti i docenti, che in tal modo non sono  “destinatari passivi” delle azioni valutative, ma protagonisti attivi del mi­glioramento.

 

Competenza attesa:

Sostenere e sviluppare il ruolo strategico del processo di autovalutazione, per orientare in termini formativi, proattivi e riflessivi lo sviluppo del miglioramento a tutti i livelli.

Modalità organizzative

 

Formazione in presenza e attività laboratoriale

12h

Sperimentazione didattica documentata e ricerca/azione

6 h

Approfondimento personale e/o collegiale anche on line

5 h

Documentazione, restituzione/rendicontazione con ricaduta nell’Istituto di appartenenza

2 h

 

Destinatari

Docenti di ogni ordine e grado