Accedi

Le azioni formative nel triennio A.S. 2016/17

Per il triennio scolastico 2016/2019 sono state pianificate 10 unità formative, replicabili più volte, suscettibili di modifiche ed integrazione in relazione ad eventuali azioni formative nazionali, variazioni dei bisogni delle Istituzioni Scolastiche dell’Ambito e qualsiasi ulteriore necessità ravvisata a livello diffuso. Al pari di qualsiasi attività di progettazione e pianificazione, il Piano ha  un’impronta dinamica e flessibile tale da favorirne il raccordo con una realtà sociale, economica e culturale in continua evoluzione.

ANNO SCOLASTICO 2016/2017

Breve descrizione dell’azione

Lo sviluppo delle competenze risponde all’esigenza, sempre più diffusa, di preparare i giovani ad affrontare le sfide di una società contemporanea in continuo mutamento, rendendoli capaci di risolvere situazioni problematiche nella vita personale e lavorativa.  Affinché ciò avvenga è  necessario un  ripensamento del modo di affrontare l’apprendimento e il suo sviluppo. L’aspetto metodologico diventa sempre più centrale e pone i contenuti in posizione strumentale rispetto allo sviluppo delle competenze. Mediante tale azione formativa verranno proposti efficaci modelli di lavoro e percorsi didattici che consentiranno di realizzare apprendimenti significativi, cooperativi e flessibili utilizzando metodologie didattiche innovative che rendano l’alunno protagonista del suo apprendimento.

Competenza attesa:

Promuovere la connessione tra progettazione dei curricoli, azione didattica  in classe, valutazione formativa e certificazione degli apprendimenti sperimentando e implementando modelli didattici innovativi e collaborativi.

Breve descrizione dell’azione

Lo sviluppo delle competenze risponde all’esigenza, sempre più diffusa, di preparare i giovani ad affrontare le sfide di una società contemporanea in continuo mutamento, rendendoli capaci di risolvere situazioni problematiche nella vita personale e lavorativa.  Affinché ciò avvenga è  necessario un  ripensamento del modo di affrontare l’apprendimento e il suo sviluppo. L’aspetto metodologico diventa sempre più centrale e pone i contenuti in posizione strumentale rispetto allo sviluppo delle competenze. Mediante tale azione formativa verranno proposti efficaci modelli di lavoro e percorsi didattici che consentiranno di realizzare apprendimenti significativi, cooperativi e flessibili utilizzando metodologie didattiche innovative che rendano l’alunno protagonista del suo apprendimento.

Competenza attesa:

Promuovere la connessione tra progettazione dei curricoli, azione didattica  in classe, valutazione formativa e certificazione degli apprendimenti sperimentando e implementando modelli didattici innovativi e collaborativi.

Destinatari

Docenti di ogni ordine e grado

 

Breve descrizione dell’azione

 La classe si configura come un fondamentale spazio di crescita in cui lo studente sperimenta le proprie competenze e sviluppa la propria identità, in un continuo scambio con i pari e gli insegnanti, nel quale i processi emotivi e relazionali assumono un ruolo centrale.  Lo spazio classe è, quindi, per i discenti luogo di appartenenza e di sperimentazione del sé nel rapporto con gli altri. In tale contesto l’empatia diventa un elemento fondamentale della relazione educativa ed elemento strategico nella gestione di classi eterogenee, numerose e multietniche.

Competenza attesa:

Gestire, costruire e sostenere la relazione con il soggetto in formazione attuando strategie per la gestione e la valorizzazione dell’eterogeneità delle classi, promuovendo la centralità dello studente e della persona.

Destinatari

Docenti di ogni ordine e grado